#tunonhaibisognodellopsicologo
image
image

La sindrome di Capgras. Il disturbo delirante in cui si è convinti che un estraneo abbia sostituito un familiare

  • Home
  • Blog
  • La sindrome di Capgras. Il disturbo delirante in cui si è convinti che un estraneo abbia sostituito un familiare
image

Buongiorno lo so tu non hai bisogno dello psicologo, ma potresti aver bisogno di saperne di più sulla sindrome di Capgras.

CHI NE è COLPITO è CONVINTO CHE QUALCUNO ABBIA PRESO IL POSTO DI UNA PERSONA CARA

La sindrome di Capgras è una condizione rara in cui una persona crede che i propri cari o altri a lui vicini siano stati sostituiti da sosia o impostori. La convinzione è così reale che nulla è in grado di metterla in discussione.
La sindrome di Capgras prende il nome dal medico che curò un paziente con tale disturbo quasi 100 anni fa.

SECONDO LE NEUROSCIENZE LA CAUSA è UNA CONNESSIONE DANNEGGIATA NEL CERVELLO

La causa sarebbe da ricercare nel mal funzionamento di due sistemi al lavoro nel cervello quando vediamo un volto familiare. Uno di questi si occupa di scansionare i lineamenti del viso, l'altro invece di collegarli alle informazioni emotive legate a quel volto. Nella sindrome questi due sistemi non comunicherebbero più nel modo corretto.

SECONDO la psicodinamica ALLA BASE VI SAREBBE UN MECCANISMO DIFENSIVO

Secondo invece la visione psicodinamica alla base vi sarebbe un meccanismo difensivo di scissione.
La persona avrebbe due punti di vista primari opposti del familiare e questa costruzione del doppio le consentirebbe di agire con ostilità verso il familiare senza sperimentare però il senso di colpa che potrebbe emergere.

UN DISTURBO MOLTO RARO E DI DIFFICILE INDIVIDUAZIONE NEL CORSO DI UNA terapia

Uno studio sul numero di persone affette della sindrome di Capgras ha rilevato che la sua manifestazione nelle popolazioni psichiatriche è inferiore all'1%. Risulta molto spesso difficile poter effettuare una corretta diagnosi di questo disturbo in quanto la persona è affetta da sintomi deliranti.


Bene grazie per aver letto l'articolo.

Se hai trovato i miei contenuti interessanti puoi seguire le mie attività sulle pagine social, vedere i miei video sul canale Youtube o ascoltare i podcast su tutte le principali piattaforme.

Se hai bisogno di me puoi trovare qui i miei contatti, sarà lieto di risponderti il prima possibile.

In ogni caso ti lascio con la mia classica frase, se pensi che non puoi fare la differenza beh pensa ancora.


Info sull'autore

Marco Naman Borgese è uno psicologo, psicoterapeuta e coach. Cultore della materia presso l'Università degli studi di Salerno, Docente presso l'Università del calcio di Coverciano e docente per il Master Giunti in psicologia dello sport. Ha conseguito una borsa di studio presso il Policlinico Universitario Agostino di Gemelli in Roma per il trattamento del dolore cronico mediante l'uso della realtà virtuale in donne affette da endometriosi. E' pratictioner EMDR di I° livello e certificato per l'uso del protocollo Mindfulness MBSR Palouse ed esperto nell'uso della realtà virtuale nel trattamento dei disturbi psicologici.

Contattami adesso per maggiori informazioni

Oppure

Seguimi e resta aggiornato sulla mia attività