#tunonhaibisognodellopsicologo
image
image

Cos'è la depressione?

image

Buongiorno lo so tu non hai bisogno dello psicologo ma potresti aver bisogno di saperne un pò di più sulla depressione.

Cosa si intende con depressione?

Con il termine depressione si intende un disturbo dell'umore che comporta una persistente sensazione di tristezza e perdita di interesse.

Essa non ha nulla a che vedere con le normali fluttuazioni dell'umore, che si sperimentano regolarmente nel corso della vita, ma è un problema continuo in cui i sintomi persistono per almeno 2 settimane.

Quante persone ne soffrono?

Il 14% della popolazione americana sembra sviluppare uno stato depressivo nel corso della propria esistenza, con le donne che ne sono colpite il doppio rispetto gli uomini.

Inoltre la depressione è la principale causa di disabilità al mondo secondo quanto riferito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Quali sono i principali sintomi?

Da un punto di vista psicologico sono:

  • Stato d'animo depresso per la maggior parte del giorno
  • Riduzione nell'interesse o piacere per attività una volta ritenute stimolanti
  • Sentimenti di inutilità o di colpa
  • Pensieri ricorrenti di morte o suicidio, o un tentativo vero e proprio di suicidio

Da un punto di vista fisiologico e comportamentale:

  • Cambiamenti nell'appetito
  • Dormire troppo o troppo poco
  • Stanchezza o perdita di energia
  • Perdita di desiderio sessuale
  • Rallentamento del movimento e della parola

Qual è la causa della depressione?

La comunità medica ha individuato come vi possano essere delle differenze biochimiche nelle persone depresse rispetto quelle non affette da questa patologia.

Inoltre anche i fattori genetici hanno un peso rilevante, infatti in gemelli omozigoti se un gemello è colpito da depressione, l'altro ha il 70% di possibilità di sviluppare la stessa malattia nel corso della sua vita.

Come si può trattare?

"L'80% delle depressioni risponde bene al trattamento psicoterapico"

L'80% delle depressioni risponde bene al trattamento psicoterapico, ed inoltre sempre secondo questi dati dell'APA, tutti i pazienti ottengono un certo sollievo dai loro sintomi.

Ad oggi sopratutto nei casi più gravi sembra che la combinazione di farmaci e psicoterapia sia il trattamento migliore in assoluto.


Bene grazie per aver letto l'articolo.

Se hai trovato i miei contenuti interessanti puoi seguire le mie attività sulle pagine social, vedere i miei video sul canale Youtube o ascoltare i podcast su tutte le principali piattaforme.

Se hai bisogno di me puoi trovare qui i miei contatti, sarà lieto di risponderti il prima possibile.

In ogni caso ti lascio con la mia classica frase, se pensi che non puoi fare la differenza beh pensa ancora.


Info sull'autore

Marco Naman Borgese è uno psicologo, psicoterapeuta e coach. Cultore della materia presso l'Università degli studi di Salerno, Docente presso l'Università del calcio di Coverciano e docente per il Master Giunti in psicologia dello sport. Ha conseguito una borsa di studio presso il Policlinico Universitario Agostino di Gemelli in Roma per il trattamento del dolore cronico mediante l'uso della realtà virtuale in donne affette da endometriosi. E' pratictioner EMDR di I° livello e certificato per l'uso del protocollo Mindfulness MBSR Palouse ed esperto nell'uso della realtà virtuale nel trattamento dei disturbi psicologici.

Contattami adesso per maggiori informazioni

Oppure

Seguimi e resta aggiornato sulla mia attività