#tunonhaibisognodellopsicologo
image
image

La flora intestinale può ridurre l'ansia?

  • Home
  • Blog
  • La flora intestinale può ridurre l'ansia?
image

Buongiorno lo so tu non hai bisogno dello psicologo ma potresti aver bisogno di saperne un po' su come la flora intestinale sia in grado di ridurre l'ansia.

Una revisione sistematica del 2019 si è posta lo scopo di comprendere allo stato attuale se esistessero prove del fatto che interventi sulla flora intestinale riducessero effettivamente l'ansia. Per riuscirci gli autori hanno preso in esame 21 studi condotti su un campione totale di 1503 persone, studi che avevano appunto lo scopo di stabilire se fosse possibile ridurre il livello d'ansia nelle persone modificando il loro microbiota intestinale.
I risultati della revisione indicano come in 14 studi sia emersa una riduzione dell'ansia percepita in seguito ad una regolazione della flora intestinale, flora che è stata regolata o con integrazione di probiotici o attraverso una dieta.

 

Quali interventi sono stati più efficaci nella regolazione della flora intestinale?

Interventi sulla dieta
I risultati evidenziano come gli studi in cui vi sia stati interventi diretti sulla dieta, in cui cioè le persone avevano evitato ad esempio cibi che fermentano per 4 settimane, si sia verificata una riduzione dell'ansia percepita nell'86% dei casi.
Solo integrazione di probiotici
Gli altri studi invece in cui le persone non avevano modificato la loro alimentazione ma solo integrato probiotici per 4 settimane, hanno dimostrato una riduzione dell'ansia nel 36% dei casi.

 

Conclusioni

La revisione evidenzia dunque come nel 56% degli studi esaminati sia presente un effetto positivo nel trattare i sintomi dell'ansia regolando il microbiota intestinale.
Dai dati emergerebbe inoltre che ciò possa avvenire in due modi o attraverso l'integrazione di probiotici o seguendo una alimentazione specifica.
Allo stadio attuale comunque l'intervento di regolazione mediante l'alimentazione specifica è risultato essere più efficace nel ridurre la percezione ansiosa. Sarebbe inoltre opportuno condurre studi in cui ad un gruppo di controllo sia somministrato un placebo, per stabilire la reale efficacia dell'integrazione.

 

Bene grazie per aver letto l'articolo. Se hai trovato i miei contenuti interessanti puoi seguire le mie attività sulle pagine social, vedere i miei video sul canale Youtube o ascolare i podcast su tutte le principali piattaforme. Se hai bisogno di me puoi trovare qui i miei contatti, sarò lieto di risponderti il prima possibile. In ogni caso ti lascio con la mia classica frase, se pensi che non puoi fare la differa beh pensa ancora.

 

Riferimenti bibliografici:

https://gpsych.bmj.com/content/32/2/e100056

Contattami adesso per maggiori informazioni