#tunonhaibisognodellopsicologo
image
image

La teoria del falso allarme per soffocamento che spiegherebbe gli attacchi di panico

  • Home
  • Blog
  • La teoria del falso allarme per soffocamento che spiegherebbe gli attacchi di panico
image

Buongiorno lo so tu non hai bisogno dello psicologo ma potresti aver bisogno di saperne di più sulla teoria del falso allarme per soffocamento che spiegherebbe gli attacchi di panico.

l'attacco di panico come errore di un centro

Nel 1993 lo psichiatra Klein ha formulato la teoria del falso allarme di soffocamento, secondo la quale gli attacchi di panico improvvisi si verificherebbero quando il centro di controllo del soffocamento del cervello segnalerebbe erroneamente una mancanza di aria, innescando così in modo errato un sistema di allarme che avrebbe lo scopo di evitare il soffocamento.

alcuni soggetti sarebbero ipersensibili ai livelli di anidride carbonica

Il motivo per cui alcune persone soffrirebbero di attacchi di panico sarebbe dunque causato dal fatto che esse abbiano un centro di controllo del soffocamento ipersensibile. Tale ipersensibilità comporterebbe che anche variazioni innocue di anidride carbonica nel flusso sanguigno siano interpretate come segnale di un imminente soffocamento, innescando così la reazione di soffocamento.

differenze tra attacco di panico e paura acuta

Una conferma dell'ipotesi che tale centro di controllo del soffocamento sarebbe alla base degli attacchi di panico verrebbe dagli studi che hanno dimostrato come l'intensa fame d'aria che si prova durante gli attacchi di panico, è una condizione che si verifica raramente nella paura acuta causata da pericolo un esterno. Per cui appare evidente come vi siano due centri differenti che gestiscono le reazioni.

lo sviluppo di terapie basate su tale teoria

Nonostante alcune critiche a tale teoria che ne hanno in parte smontato la portata iniziale, gli studi condotti in materia hanno dimostrato che nei soggetti affetti da attacchi di panico esista una ipersensibilità ai livelli di anidride carbonica nel sangue. Questo ha portato alla sviluppo di tecniche di biofeedback respiratorio che si sono dimostrate efficaci nella cura degli attacchi di panico.

 Bibliografia

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/8466392/

https://psycnet.apa.org/record/2007-02258-014

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/7706503/

www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2325919/#R120

 


Bene grazie per aver letto l'articolo.

Se hai trovato i miei contenuti interessanti puoi seguire le mie attività sulle pagine social, vedere i miei video sul canale Youtube o ascoltare i podcast su tutte le principali piattaforme.

Se hai bisogno di me puoi trovare qui i miei contatti, sarà lieto di risponderti il prima possibile.

In ogni caso ti lascio con la mia classica frase, se pensi che non puoi fare la differenza beh pensa ancora.


Info sull'autore

Marco Naman Borgese è uno psicologo, psicoterapeuta e coach. Cultore della materia presso l'Università degli studi di Salerno, Docente presso l'Università del calcio di Coverciano e docente per il Master Giunti in psicologia dello sport. Ha conseguito una borsa di studio presso il Policlinico Universitario Agostino di Gemelli in Roma per il trattamento del dolore cronico mediante l'uso della realtà virtuale in donne affette da endometriosi. E' pratictioner EMDR di I° livello e certificato per l'uso del protocollo Mindfulness MBSR Palouse ed esperto nell'uso della realtà virtuale nel trattamento dei disturbi psicologici.

Contattami adesso per maggiori informazioni

Oppure

Seguimi e resta aggiornato sulla mia attività